+39 3479069444


Addominoplastica maschile

Intervento chirurgico per il rimodellamento dell’addome, rimozione dell’eccesso di cute e di grasso, di rinforzo della parete addominale.

Nell'uomo è proposto in casi di forte dimagrimento con eccesso cutaneo evidente.




DOMANDE PIÙ COMUNI

L'addominoplastica corregge la cute addominale in eccesso?
Effettivamente l'addominoplastica permette la correzione della cute in eccesso ed il rimodellamento dei tessuti residui.
Dopo l'addominoplastica quando posso riprendere l'attività sportiva?
Indicativamente dopo 4 settimane si può riprendere l'attività sportiva ma con una guaina contenitiva.
E' possibile correggere la diastasi dei muscoli retti con la ginnastica?
La diastasi dei muscoli retti è un problema anatomico che richiede correzione chirurgica, molto spesso durante l'addominoplastica. Con esercizi mirati si può riprendere la funzionalità dei muscoli addominali ma non correggere la diastasi
Quanto dura l'intervento di correzione della diastasi dei muscoli retti? E' un intervento invasivo? E' in anestesia totale? E' doloroso il post-operatorio?
La correzione della diastasi dei muscoli retti è un intervento chirurgico che può essere effettuato in un tempo che varia da 1 a 3 ore a seconda se si procede a concomitante addominoplastica. E' un intervento che si svolge al di sopra dei muscoli addominali quindi non si entra all'interno dell'addome dove vi sono i visceri. L'invasività c'è ma è sicuramente inferiore ad un intervento addominale vero e proprio. Riguardo all'anestesia dipende molto dal tipo di intervento, dalle condizioni della paziente e dall'anestesista stesso. Usualmente viene effettuato in anestesia generale ma, in alcuni casi, si può intraprendere una rachianestesia cioè l'anestesia della zona addominale e degli arti inferiori con paziente sveglio. La discussione della metodica più indicata per ogni singolo caso viene effettuata con l'anestesista nelle visite preoperatorie. Riguardo al dolore post operatorio, normalmente è molto ben tollerato e vi rimando ad un nostro articolo nella sezione "come, dove e quando".
Che esami devo fare per valutare la diastasi dei muscoli retti? Durante l'intervento di correzione è possibile rimuovere le smagliature?
Per valutare la diastasi è sufficiente un'ecografia della parete addominale (non dell'addome perchè non interessano i visceri) effettuata da un professionista esperto. L'ecografia può descrivere l'ampiezza dela diastasi e se vi sono eventuali porte erniarie e guida il chirurgo plastico nella pianificazione dell'intervento. Riguardo le smagliature, in caso di correzione con concomitante addominoplastica, verranno asportate quelle sotto ombelicali comprese nella porzione di cute che viene rimossa.
Quanto tempo devo assentarmi dal lavoro dopo l'addominoplastica?
7-10 giorni di assenza sono consigliati, specialmente se si ha un lavoro dove si resta seduti a lungo.
E' vero che la parte inferiore dell'addome rimane insensibile dopo l'addominoplastica?
Si, per l'interrruzione- stiramento dei nervi sensitivi cutanei. Ma tale problema è transitorio e nel tempo si assiste a lenta ripresa della sensibilità (nell'arco di 3-4 mesi).



Richiedi un appuntamento


Inviaci un messaggio. Ti ricontatteremo al più presto.